Centro Medico HB
You Are Reading
Ciclo abbondante, quando chiamare il ginecologo?
0
Medicina

Ciclo abbondante, quando chiamare il ginecologo?

Il ciclo abbondante è tra le cause più frequenti di anemia da carenza di ferro (o anemia sideropenica), cali di energia, stanchezza e spossatezza, e difficoltà di concentrazione. Spesso il ciclo abbondante inizia fin dal menarca, ovvero la prima mestruazione in età adolescenziale e può durare per tutta l’età fertile della donna, con un’influenza negativa sulla salute e la qualità di vita. Esistono poi casi in cui il ciclo può diventare abbondante dopo i 30 anni. 

Cicli mestruali abbondanti possono essere legati a patologie e disturbi ginecologici e possono diventare un problema per il benessere della donna spesso non adeguatamente diagnosticato, trattato e risolto: per questo parlarne con il proprio ginecologo è importante. 

Quando le mestruazioni sono abbondanti?

Un flusso mestruale normale si caratterizza per 35 ml circa di perdite ematiche.

Nel caso di ciclo abbondante la faccenda diventa più complessa. Innanzitutto il flusso mestruale può raggiungere gli 80 ml circa abbassando le riserve dell’organismo. Infatti in molti casi le mestruazioni abbondanti causano la diminuzione dell’emoglobina e del ferro provocando stanchezza e aumentando irritabilità ansia e depressione.

Per cui si può parlare di ciclo abbondante quando abbiamo una perdita mestruale che può superare gli 80ml di sangue per ciclo – un tampone interno completamente imbevuto contiene circa 5 ml di sangue -, l’equivalente di circa 16-20 tamponi per ciclo, oppure se il ciclo mestruale dura più di 7 giorni e sono presenti coaguli.

Quali sono le cause?

Le cause che danno origine a un ciclo mestruale abbondante possono essere tantissime e spesso dipendono dall’età della donna. Le cause che nella maggior parte dei casi si sono dimostrate come responsabili del ciclo abbondante:

Alterazioni ormonali

Quando non avviene una fecondazione, l’endometrio viene espulso dalle mestruazioni con moderate perdite di sangue. Quando non vi è una secrezione di progesterone, l’endometrio viene espulso in maniera irregolare causando un flusso mestruale abbondante. Allo stesso modo se vi è una stimolazione degli estrogeni importante l’endometrio si sfalda scorrettamente provocando un ciclo abbondante. Quest’ultimo caso è tipico delle donne che si avvicinano alla menopausa o delle giovani donne in età fertile.

Adenomiosi

Il miometrio è uno strato muscolare che è posizionato sotto l’endometrio e favorisce l’attività contrattile dell’utero. Quando i confini tra endometrio e miometrio sono alterati i cicli mestruali possono diventare abbondanti, soprattutto nel caso di donne che hanno già avuto delle gravidanze.

Spirale

La spirale può comportare un ciclo abbondante e lungo. In questo caso è necessario optare con il proprio ginecologo per l’adozione di un altro metodo anticoncezionale.

Fibroma uterino

Le donne che hanno superato i 30 anni possono soffrire di fibromi uterini. Sono delle escrescenze non cancerose dell’utero che non comportano un aumento di rischio di cancro all’utero. A seconda della loro posizione possono causare un ciclo abbondante e doloroso.

Polipi

Le dimensioni dei polipi variano da 1 a 4 cm circa e in generale non danno alcun tipo di sintomo. Se i polipi interessano l’endometrio possono comportare sanguinamenti irregolari e causare mestruazioni abbondanti. In generale in questo specifico caso, è preferibile asportare il polipo per evitare che si trasformi in un tumore, pur essendo una condizione abbastanza rara.

Cancro

In alcuni casi il ciclo abbondante ha indicato la presenza di un tumore dell’utero, pur essendo una condizione abbastanza rara, è sempre meglio non sottovalutare un ciclo mestruaule abbondante e doloroso. Soprattutto se noti che le perdite ematiche sono irregolari o a ridosso del ciclo è preferibile non perdere tempo.

Utilizzo di farmaci

Molte donne non lo sanno, ma alcuni farmaci aumentano il flusso mestruale. Ricordati che gli antinfiammatori e gli anticoagulanti favoriscono la produzione di un ciclo abbondante. Pertanto se hai preso un antinfiammatorio e il tuo flusso mestruale dovesse aumentare non devi preoccuparti.

Quali esami effettuare?

Oltre al classico esame del sangue (sideremia, ferritina, transferrina, emocromo) è importante anche la visita ginecologica con pap test per la valutazione della presenza di polipi cervicali, o lesioni più gravi del collo dell’utero (neoplasie intraepiteliali o addirittura micro-invasive) causate da Papillomavirus (HPV). Insieme alla visita ginecologica, si può associare l’ecografia pelvica addominale o transvaginale per diagnosticare e studiare eventuali fibromi sottomucosi (sotto l’endometrio). In caso di polipi, iperplasie o fibromi sottomucosi, il ginecologo deciderà se prescrivere ulteriori esami di secondo livello quali l’isteroscopia diagnostica e interventistica per la rimozione, continua l’esperto.

Riconoscere e diagnosticare le cause del ciclo abbondante è fondamentale, e lo si può fare rivolgendosi agli specialisti che con un approccio multidisciplinare possono valutare e curare sia i fattori predisponenti, sia seguire la donna in ogni fase del trattamento.