fbpx
Viale Colombo 189/b Quartu Sant'Elena
0702040248
info@centromedicohb.it

VAGY COMBI

Un centro dedicato al Paziente

Una tecnologia innovativa nella terapia dei disturbi genitali femminili

Ogni fase della vita di una donna ha le sue caratteristiche e le sue fragilità. Il Pavimento Pelvico spesso è vittima di disturbi dovuti ad un indebolimento.
Tali disturbi si verificano più frequentemente durante una gravidanza o a seguito del parto (incontinenza, lacerazioni del Perineo), dopo la menopausa o in età avanzata (prolasso).

Una strategia terapeutica personalizzata permette di affrontare e risolvere i disturbi intimi legati a quest’area e ritrovare il benessere: Vagy Combi infatti è un trattamento per le disfunzioni del Pavimento Pelvico, sia per la donna in età fertile che per la donna in menopausa. 

Da oggi potrai rivolgerti al Centro Medico HB per richiedere una CONSULENZA TOTALMENTE GRATUITA con il nostro ginecologo Dr. Ruben Fiorito
Durante la visita lo specialista valuterà insieme a te lo stato di salute del tuo Pavimento Pelvico per poi indirizzarti verso il trattamento più adatto.

Vagy Combi rappresenta la soluzione non invasiva e del tutto indolore per le donne che desiderano rafforzare e tonificare i loro tessuti genitali, al fine di minimizzare i disturbi che influiscono negativamente sia sull’attività sessuale che sullo stile di vita personale. La sua efficacia deriva dall’utilizzo di due metodiche, elettroporazione e radiofrequenza, che possono essere utilizzate insieme o separatamente per esaltare il rendimento terapeutico. Il trattamento viene eseguito a livello ambulatoriale, così che la paziente possa tornare immediatamente alle proprie attività quotidiane.

RADIOFREQUENZA: è una metodica non invasiva e del tutto indolore che, per mezzo di applicatori esterni ed interni capaci di indurre un aumento della temperatura, ripristinano il potenziale energetico delle membrane cellulari e stimolano la produzione di collagene, garantendo così effetti rigenerativi sulla zona interessata fin dai primi trattamenti.

ELETTROPORAZIONE: è una tecnologia non invasiva e del tutto indolore che può essere definita come una “siringa virtuale”. Un particolare impulso elettromagnetico fa sì che un principio attivo venga assorbito senza aghi per via transdermica, garantendo una più alta concentrazione ed efficacia solo sulle zone interessate.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

L’incontinenza urinaria è una condizione caratterizzata dalla perdita involontaria di urina. Si tratta di una situazione di estremo disagio, soprattutto dal punto di vista sociale e relazionale, che colpisce in prevalenza le donne. si contraddistingue per la perdita di urine occasionale, ad esempio dopo un colpo di tosse o uno starnuto, o per la presenza di uno stimolo a urinare improvviso. Entrambe le condizioni hanno origine in una probabile disfunzione del pavimento pelvico, l’area del bacino in cui è presente un delicato equilibrio tra ossa, muscoli e nervi, che si può alterare per diverse cause.

La riduzione del desiderio sessuale (libido) può colpire sia gli uomini che le donne ed essere causata da condizioni patologiche, ma anche psicologiche ed emotive. Si caratterizza per un’alterazione prolungata del desiderio che ha ripercussioni sulla sfera psicologica e sul rapporto di coppia.

L’episiotomia è un intervento chirurgico che consiste nell’incisione della parete posteriore della vagina e del perineo per allargare l’orifizio vulvare. Può essere eseguita per ridurre le lacerazioni vulvari e perineali durante la fase espulsiva del feto.

La dispareunia è un disturbo doloroso avvertito nell’area della vagina o della pelvidurante o immediatamente dopo un rapporto sessuale. Il dolore può insorgere al momento della penetrazione vaginale o durante l’ingresso in profondità del pene e i suoi successivi movimenti.

La secchezza vaginale è un problema frequente nel periodo pre e post menopausa, anche se di fatto una lubrificazionevaginale insufficiente può presentarsi a qualsiasi età; può essere talvolta sintomo di atrofia vaginale (vaginite atrofica), condizione caratterizzata dall’ispessimento e dall’infiammazione della mucosa vaginale.

Contrariamente all’opinione comune non è solo la menopausa la causa principale. Anche le condizioni in cui c’è carenza di estrogeni possono portare ad atrofia vulvovaginale. Può presentarsi infatti dopo il parto, durante l’allattamento e più in generale quando l’ovulazione viene intenzionalmente bloccata dall’uso di farmaci: ad esempio dopo l’insorgenza di un tumore sensibile all’estrogeno, come quello alla mammella. Purtroppo però la maggior parte delle donne ignora questo problema, per imbarazzo a parlarne con il medico o perché convinte che non sia possibile far nulla. 

Il Lichen Sclerosus dei genitali (conosciuto in passato come Balanite Xerotica Obliterans) è una malattia cutanea a carattere infiammatorio cronico e progressivo. Il Lichen Sclerosus può coinvolgere qualsiasi sede cutanea, ma nella maggior parte dei casi interessa l’area genitale. È più frequente nelle donne che negli uomini.

Incontinenza urinaria e prolasso genitale sono due patologie che spesso coesistono, alterando sensibilmente la qualità di vita delle donne affette. il prolassodegli organi pelvici consiste nella dislocazione di vescica, utero, cupola vaginale e/o retto rispetto alla propria posizione fisiologica.

sintomi dell’indebolimento del pavimento pelvico dopo il parto sono riconoscibili abbastanza facilmente: tra questi ci sono piccole perdite di urina quando si starnutisce, si ride, si solleva un peso o si fa un piccolo sforzo, la difficoltà ad interrompere il getto urinario e una sensazione di fastidio o di pesantezza nella zona perineale. Avere i muscoli del pavimento pelvico indeboliti dalla gravidanza e dal parto è assolutamente normale

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA CON IL NOSTRO GINECOLOGO.

COMPILA IL FORM E VERRAI RICONTATTATA

Contattaci
  •